Come gestire le emozioni per raggiungere obiettivi eccezionali: l’esempio dei grandi atleti

Gestire le emozioni

Gestire le emozioni a partire dallo sport

Gli effetti dello sport su stress e ansia

È scientificamente provato che lo sport faccia bene non solo al fisico, ma anche alla mente: l’attività atletica rafforza l’autostima e riduce lo stress, ci aiuta a scaricare le tensioni accumulate durante gli impegni quotidiani e a rompere la noia della routine.

Lo sport ci fa sentire meglio sia con il nostro corpo, mantenendo il peso sotto controllo e modellando la muscolatura, sia con la nostra psiche, rendendoci più attivi, positivi e rilassati. È l’intero equilibrio psicofisico a giovarne, migliorando sia il nostro aspetto esteriore che la sicurezza in noi stessi.

Stress e ansia: nella vita e nello sport

Eppure anche lo sport, se praticato ad alti livelli, può avere effetti negativi, tanto che alcuni atleti possono essere colpiti da vere e proprie sindromi, come quella pre-agonistica, a causa della quale si vivono intensi stati d’ansia alla vigilia di eventi sportivi.

Stress e ansia sono fattori che tutti noi affrontiamo nella vita di ogni giorno, sia a lavoro che in famiglia o nelle relazioni interpersonali, ma è innegabile che prepararsi per una competizione sia, per un atleta, particolarmente delicato.

Tutti gli sportivi sanno bene che il duro allenamento e i sacrifici di interi mesi si giocano nell’arco di pochi minuti. E non c’è la possibilità di rimediare agli errori, per quanto piccoli siano: spesso le gare si decidono su margini di decimi e addirittura centesimi di secondo, o su dettagli che si fanno sempre più minuziosi con il salire del livello dei partecipanti.

A questo vanno aggiunte le aspettative degli allenatori, dei fan, della propria famiglia, dei compagni di squadra, che contano tutti sul fatto che l’atleta dia il massimo e regali loro la magia della vittoria.

Di conseguenza, la pressione avvertita non può che essere altissima.

Gestire le emozioni aiuta a vincere

In questo contesto, imparare a gestire le emozioni si rivela un momento fondamentale dell’allenamento sportivo.

Ecco perché una specifica branca della psicologia, cioè la psicologia dello sport, si occupa proprio di preparare mentalmente gli atleti per aumentarne le abilità psichiche quali, ad esempio, attenzione, concentrazione, motivazione, gestione dello stress e dell’ansia.

L’aspetto più interessante di queste tecniche è che non sono efficaci solo nel settore sportivo, ma possono essere applicate con successo in ogni ambito della vita quotidiana, aiutandoci a vivere relazioni serene e ad affrontare al meglio le difficoltà di ogni giorno, rendendoci più sicuri di noi stessi.

Ecco perché lo psicoterapeuta Giorgio Nardone, che da anni opera sia in contesti manageriali che sportivi, ha messo a punto un modello operativo, capace di risolvere in tempi brevi anche situazioni per cui le tecniche ordinarie si rivelano inefficaci: la Terapia Breve Strategica.

Un esempio concreto di come, con i giusti strumenti, si possano risvegliare le risorse psicologiche capaci di farci raggiungere traguardi straordinari, è fornito dall’esperienza dello schermidore Aldo Montano, che anni fa si infortunò gravemente e fu costretto a 2 mesi di stop, ad appena 8 mesi dal Campionato Mondiale di Scherma di Catania.

Fu anche per merito dell’allenamento mentale svolto con Giorgio Nardone e delle tecniche e strategie sviluppate dai suoi modelli operativi, che Montano riuscì non solo a partecipare al Mondiale di Catania, ma persino a vincere la medaglia d’oro.

Un risultato strabiliante, che non sarebbe mai stato possibile senza la consapevolezza che forza e resistenza fisiche, da sole, non bastano per affrontare gli ostacoli nella vita: è soprattutto l’equilibrio psicofisico, la capacità di gestire le emozioni e l’abilità di potenziare al massimo le proprie doti psichiche a condurre verso traguardi eccezionali.

Una tecnica per combattere ansia e stress: la visualizzazione immaginativa

Una delle tecniche utili a combattere ansia e stress, ottenendo risultati migliori, è la visualizzazione immaginativa, che può essere utilizzata ovunque e in qualsiasi momento: consiste nel selezionare una situazione confortevole, in cui ci si senta sereni e a proprio agio, per proiettarsi al suo interno ogni volta che se ne ha bisogno.

Affinché funzioni, è necessario ricostruire la situazione il più dettagliatamente possibile, facendo attenzione a tutto ciò che la caratterizza: luci, suoni, odori, oggetti, persone, in quale fase della giornata ci troviamo e quali sensazioni proviamo.

Fatto ciò, non resta che esercitarsi il più possibile a ricreare la situazione con l’immaginazione, così da percepire istantaneamente la calma e il rilassamento necessari a raggiungere i nostri scopi.

Per approfondire questo tema, il professor Giorgio Nardone sarà il protagonista di alcuni corsi di Life Strategies. Scopri tutti i dettagli sui prossimi appuntamenti, cliccando qui!

Se questo articolo ti è piaciuto,
puoi condividerlo cliccando qui sotto!

Iscriviti per ricevere le notizie da Life Strategies ed un codice sconto del 5%

Iscriviti per ricevere le notizie da Life Strategies

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sui temi di crescita personale trattati da Life Strategies.

Life Strategies è un marchio registrato da ROI GROUP SRL, Galleria del Commercio 6 – Macerata | Capitale sociale 100.000 € i.v. | P.IVA e C.F. 01999300443 | REA MC-180904

IGOR SIBALDI
Ombre: Il lato Oscuro

SABATO 21 SETTEMBRE 2024

UNAHOTELS Expo Fiera
Via Keplero 12, Pero (MI)

Live

PRIMISSIMA FILA

204,00€

SECONDA FILA   

174,00€

SOLD OUT

INGRESSO STANDARD

124,00€

Posti limitati

online

Diretta streaming 

104,00€

Posti limitati

Metodi di pagamento: puoi iscriverti utilizzando la carta di credito, la carta di debito, PaypalScalapay

Ti possiamo aiutare?

Seleziona quale argomento vuoi approfondire sui corsi di Life Strategies.

Life Strategies

Dal 2016 ci occupiamo del benessere delle persone, organizzando eventi per la crescita personale. Tale attività, che è anche un valore della nostra vita, non può essere svolta se mette a rischio la salute di chi amiamo.
Abbiamo deciso pertanto di spostare le date dei nostri seminari nell’ultima parte dell’anno, quando saremo sicuri che condividere l’esperienza della formazione sia in armonia con il nostro e vostro star bene.