Il profondo valore dell’hic et nunc: lo conosci davvero?

Hic et nunc

Hic et nunc: prestare attenzione al momento presente

Hic et nunc: se ne sente tanto parlare, ma con tanta confusione e si finisce per relegare questo concetto a una pratica zen molto lontana dalla nostra vita.

Ma cos’è davvero l’hic et nunc?

Prima di addentrarci nello straordinario significato dell’hic et nunc, proviamo un attimo a ripensare ai nostri pasti. Sì, hai capito bene: ai nostri pasti. Riesci a ricordare l’ultima volta che ti sei seduto e hai semplicemente mangiato, facendo solo quello? E per “solo quello” intendiamo: guardare il cibo, odorarlo, apprezzarne il profumo, assaggiarlo e gustarlo, rimanendo consapevoli nel masticarlo e inghiottirlo. Non ti sorprenderà sapere che per la maggior parte di noi questo ricordo è quasi, se non del tutto, inesistente. Non soltanto perché è sempre più raro compiere un’azione specifica, come quella del nutrirsi, isolandola da altre azioni (mangiamo con la tv o radio accesa, mentre leggiamo, lavoriamo, ecc.), ma perché ci resta pressoché impossibile dedicare la nostra totale attenzione a un semplice gesto quotidiano.

Come apprezzare allora questo famigerato hic et nunc e comprenderne il valore? Noi ci siamo affidati al lavoro di Dan Millman, autore del libro La via del guerriero di pace, bestseller tradotto in quattordici lingue, che ha venduto oltre un milione di copie e che ha ispirato il film La forza del Campione. Il libro, pietra miliare della crescita personale, è basato sulla storia personale di Dan Millman che, dopo un incontro straordinario con un grande essere, Socrate, sceglie di farsi guidare dalla sua immensa saggezza.

La semplicità e l’immensa forza dell’hic et nunc: le linee guida di Dan Millman

“Lo scopo di oggi è l’oggi.”
– Dan Millman

Prendi nota di queste linee guida che per Dan Millman possono arricchire la nostra quotidianità:

  1. Tutto quello che devi decidere è cosa farai adesso, in questo preciso momento. Tutte le intenzioni, mentali o pronunciate, restano semplici intenzioni, al massimo buone intenzioni. Non esistono decisioni future, perché le scelte contano solo nel momento, per il momento.
  2. Puoi prendere una decisione solamente nell’attimo in cui hai necessità di prenderla. Molte persone fantasticano sulle loro prossime decisioni, ma queste conteranno solo quando arriverà il momento di “tagliare la testa al toro”.
  3. Ci serve gestire (o cambiare) la nostra vita solo in determinati momenti cruciali. È di una semplicità disarmante il concetto, ma in effetti tutto ciò che bisogna fare è vivere un momento alla volta. Cliccando qui puoi conoscere l’antica arte del conoscersi, che aiuta a prendere decisioni migliori.
  4. Le decisioni appaiono tanto più chiare e cristalline quanto più si avvicina il momento in cui dobbiamo prenderle. Non c’è niente di male nel fare delle ipotesi, purché ci sia consapevolezza che di ipotesi sempre si tratta. È difficile decidere cosa faremo o dove andremo tra un anno. Ancora una volta: la scelta su cosa fare sorge in quel preciso momento, sorge in modo spontaneo perché è l’attimo che lo richiede. Il resto è desiderio. È ipotesi. È intenzione.

Queste piccole e preziose perle di saggezza si soffermano su un punto cruciale, che passa inosservato ai più e che invece aiuterebbe ad affrontare la vita con maggiore consapevolezza: l’unico arco temporale in cui abbiamo potere è quello attuale, l’eterno presente.

Perché parliamo di eterno presente? Non occorre essere esperti di fisica per comprendere l’inafferrabilità dell’hic et nunc: anche se dovessimo dire o solo pensare più velocemente possibile al termine “ora”, il tempo di giungere a pronunciare la “r” e già sono passati milioni di nanosecondi. Eppure, nel paradosso più assoluto, non abbiamo altro che proprio quel presente, l’unico che esiste davvero e su cui abbiamo potere.

La sfida: prestare attenzione al presente

Uno dei benefici di focalizzarci sul presente è che semplifica la nostra esistenza. A chi non è capitato di alzarsi già con l’ansia all’idea di avere mille cose da fare? Dan ci racconta che la sua vita è letteralmente cambiata quando ha compreso che è possibile fare solo una cosa alla volta: al mattino, apri gli occhi, siediti, alzati, vai in bagno e così via, vivendo la tua giornata con la piena attenzione al singolo momento.

In un dialogo tra il giovane Dan e Socrate, nel libro La via del guerriero di pace, Dan si alza per prendere dell’acqua e il maestro gli chiede:

«Stai attento alla posizione del tuo corpo in questo momento?»
«Certo», risponde Millman anche se non era del tutto convinto.
«Stai attento al tuo modo di camminare?»
«Immagino di sì», risponde iniziando a innervosirsi.
«Stai attento a quello che stai pensando?»
«Socrate, lasciami in pace. Faccio quello che posso.»

Il maestro allora si piega su di lui e gli dice:

«Non fai abbastanza. Almeno, non ancora. L’attenzione deve ardere come un fuoco.»

Per aiutarci a mettere a frutto ogni singolo istante, abbiamo raccolto in questo articolo 6 principi di saggezza pratica ispirati agli insegnamenti di Dan Millman. Li puoi leggere cliccando qui!

Hic et nunc: dalla teoria alla pratica

Ci risulta davvero difficile, come individui, vivere il momento presente, l’hic et nunc. La verità è che molte persone sono annoiate dal presente e non vogliono semplicemente prestargli attenzione. Abbiamo l’impressione che non ne valga la pena, ma è strano pensare che si riesce a prestare attenzione a un film o a un videogame per parecchie ore, mentre si fa fatica a focalizzarsi sul mangiare. La nostra mente è perennemente agitata, si muove costantemente tra pensieri, sogni, aspettative, ricordi e non fa caso a dove si trova in quel momento o a cosa sta facendo.

Il filosofo Alan Watts scriveva:

“Il potere dei ricordi e delle aspettative è tale che per la maggior parte degli esseri umani il passato e il futuro sono… più reali del presente.”

Fare vs praticare

Che cosa possiamo fare, dunque, per affrontare la sfida, tutta umana, di vivere davvero il presente?

Per prima cosa, dovremmo comprendere che non esistono momenti di ordinaria amministrazione. Siamo abituati a trattare alcune azioni con più dignità e rispetto, mentre con altre ci concediamo il lusso di assentarci mentalmente.

Saresti in grado di prestare la stessa intensa attenzione che dedichi a un amico o al partner in qualsiasi tua attività?

Il segreto è tutto qua: capire che non ci sono momenti di primo e di secondo ordine e che ogni istante ha un valore inestimabile. La vita è un insieme di attimi e momenti, quindi la qualità di ogni singolo istante determina la qualità dell’esistenza. Ogni momento conta.

È da Socrate che Millman ha imparato che la vita è un succedersi di momenti e che dietro ogni attimo della nostra esistenza può celarsi una grandissima lezione di vita. 

Facciamo cose di continuo: facciamo da mangiare, facciamo shopping, facciamo una telefonata, facciamo una chiacchierata. Il verbo fare, tuttavia, spoglia ogni azione dalla consapevolezza: andrebbe sostituito con il verbo praticare.

C’è un motivo per cui si utilizza il verbo praticare quando ci riferiamo a uno sport, a un ballo, all’esercizio musicale o a un’arte in generale, perché sono tutti percorsi in cui ci prefiggiamo di migliorarci. Il problema è che vediamo queste attività speciali, finendo per separarle dal resto della nostra quotidianità, come se quest’ultima fosse divisa tra azioni dignitose e azioni meno dignitose.

Socrate una volta disse a Dan:

«La differenza tra noi, Dan, è che tu pratichi ginnastica e io pratico tutto».

Se iniziamo a praticare tutto con la stessa passione, devozione, attenzione e consapevolezza, trasformiamo la nostra vita in un’opera d’arte, perché il nostro modo di vivere diventa unico, diverso da quello di qualsiasi altra persona. È proprio vero, come dicono i maestri zen, che il modo in cui facciamo qualsiasi cosa riflette il modo in cui si fa tutto. Quando riusciamo a padroneggiare una cosa (anche fosse servire il tè), padroneggiamo noi stessi.

“Pratica tutto quello che fai. Osserva le piccole cose: il piccolo cambiamento di postura, che aiuta ad alleviare lo stress, il rilassarsi del respiro, il ricordarsi di sorridere giusto per il piacere di farlo. Sei parole: qui e ora, respira e rilassati. Mettile in pratica in tutto quello che fai, e la tua vita cambierà in meglio”.
– Dan Millman

Se questo articolo ti è piaciuto,
puoi condividerlo cliccando qui sotto!

Iscriviti per ricevere le notizie da Life Strategies ed un codice sconto del 5%

Iscriviti per ricevere le notizie da Life Strategies

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sui temi di crescita personale trattati da Life Strategies.

Life Strategies è un marchio registrato da ROI GROUP SRL, Galleria del Commercio 6 – Macerata | Capitale sociale 100.000 € i.v. | P.IVA e C.F. 01999300443 | REA MC-180904

IGOR SIBALDI
Ombre: Il lato Oscuro

SABATO 21 SETTEMBRE 2024

UNAHOTELS Expo Fiera
Via Keplero 12, Pero (MI)

Live

PRIMISSIMA FILA

204,00€

SECONDA FILA   

174,00€

SOLD OUT

INGRESSO STANDARD

124,00€

Posti limitati

online

Diretta streaming 

104,00€

Posti limitati

Metodi di pagamento: puoi iscriverti utilizzando la carta di credito, la carta di debito, PaypalScalapay

Ti possiamo aiutare?

Seleziona quale argomento vuoi approfondire sui corsi di Life Strategies.

Life Strategies

Dal 2016 ci occupiamo del benessere delle persone, organizzando eventi per la crescita personale. Tale attività, che è anche un valore della nostra vita, non può essere svolta se mette a rischio la salute di chi amiamo.
Abbiamo deciso pertanto di spostare le date dei nostri seminari nell’ultima parte dell’anno, quando saremo sicuri che condividere l’esperienza della formazione sia in armonia con il nostro e vostro star bene.