Life Strategies

fede

La fede e la ribellione zen che trasformano la vita: Selene Calloni Williams

La ribellione è una forma d’amore.

Queste le parole di Selene Calloni Williams, psicologa, antropologa, portavoce degli sciamani dell’Himalaya e autrice bestseller. Sei ribelle quando ami profondamente qualcosa, quando ti importa e la vuoi veder crescere e migliorare, al punto che “ti ribelli” rispetto a ciò che ora non va.

Cos’è che non va, ora?

Nella tua vita, nella società, nel mondo?

A cosa vorresti ribellarti, nell’anima?

Ognuno di noi aspira a non essere limitato dalla paura, dall’insicurezza e a non lasciare che le credenze guidino scelte e comportamenti. Ognuno di noi aspira alla pienezza e alla realizzazione di sé.

Ma sembra che la società ce la metta davvero tutta a frenare le nostre potenzialità.

La società, scrive Selene, “non è tanto interessata a renderci liberi, vincenti e realizzati, quanto a fare di noi elementi produttivi, o lavoratori impegnati a realizzare sogni non nostri.”

Abbiamo così strappato dalla nostra quotidianità ciò che è importante, non per sopravvivere, ma per vivere. E lo abbiamo fatto senza nemmeno rendercene conto.

In un’intervista su IODONNA del Corriere della Sera, Selene spiega che “è l’individuo attraverso il suo percorso a cambiare il mondo. Ma abbiamo perso di vista il senso dell’essere qui e ora. Siamo come dei sonnambuli. Per questo ci siamo noi sciamani. E in questo momento così drammatico è importante aprire la mente più che mai”.

Come individui, possediamo un potere con cui nasciamo, il più grande mezzo di realizzazione: la fede. La fede è un potere che, per l’appunto, la società cerca di annichilire. E invece è giunto il momento di essere ribelli, di abbracciare una nuova lettura della realtà.

Possediamo tutte le capacità che ci aiuterebbero a sciogliere i nodi dell’auto-boicottaggio interiore, a vivere senza timore e a “fare cose in cui crediamo davvero” e non cose dettate da altri. Dice Selene che la fede è un potere con il quale tutti siamo venuti al mondo ma che, passando attraverso quel grande processo di condizionamento che chiamano educazione, abbiamo dimenticato. Ora dobbiamo ricordare.

Non dobbiamo scambiare la fede, che viene dalla nostra anima, con la fiducia, che è un atto psicologico.

“La fede è l’altra faccia dell’amore. Quando ami intensamente hai fede e quando hai fede ami.

Non è fede in qualcosa, in qualcuno, in un’idea, un’ideologia, in un concetto. La fede è fede. La vera fede è una forza e un’energia, è la forza dell’amore. La fede e l’amore, da sole, conducono alla consapevolezza”.

Ti starai chiedendo:

cosa c’entra la fede, la consapevolezza, con la mia realizzazione personale?

È la consapevolezza che ti conduce, semplicemente, a realizzarti. A realizzare i tuoi obiettivi, quello in cui CREDI.

È la consapevolezza che ti fa oltrepassare la rassegnazione di dire “mi accontento”.

La consapevolezza è un valore enorme, assai più importante della motivazione. La motivazione ti serve quando non sei consapevole: è come muoversi in una stanza, al buio. La consapevolezza è la luce che ti consente di muoverti e di agire. Senza, hai paura, perché è buio.

Abbiamo bisogno di essere motivati solo quando siamo al buio, solo se non siamo consapevoli. Quando c’è consapevolezza, chiarezza di visione, lucidità di prospettiva tutto è più semplice.

Più semplice, ora, in questa vita.

Un punto focale su cui Selene ritorna spesso è proprio questo: una vita ispirata, una vita realizzata, è possibile, ed è una cosa di questo mondo. Di questo momento, per la vita di tutti i giorni, con i figli, il partner, la famiglia, al lavoro, con gli amici.

Siamo abituati – e così ci hanno insegnato fin da bambini – ad avere fede in qualcosa che non c’è, in qualcosa che non c’è ancora, che magari verrà, magari no. E quindi ci dicono “abbi fede”. Invece la strada che conduce alla piena consapevolezza e alla realizzazione di sé è possibile anche adesso.

Guida spirituale e filosofica di formazione sciamanica e immaginale, in occasione dei suoi prossimi seminari  (se desideri maggiori informazione puoi scriverci una mail a seminari@lifestrategies.it), Selene ci parlerà di come divenire davvero consapevoli dei limiti attuali segnati dalla matrix sociale e famigliare, vale a dire il condizionamento che proviene dall’educazione, dalla famiglia e dalla paura. Ci mostrerà innanzitutto come prendere decisioni migliori ascoltando la nostra anima.

Ciascuno di noi, infatti, viene al mondo con una missione: l’anima è venuta per qualche cosa. Gli antichi parlavano di eudemonia. Essere in compagnia di un buon daimon, lo spirito guida, colui che incessantemente sussurra alle tue orecchie la missione della tua anima.

Impareremo ad essere capaci di ascoltare la voce del daimon, ad essere decisi, a fare ciò che si deve per realizzare la nostra missione: questa era la felicità per gli antichi. Eudemonia era sinonimo di felicità. Nei prossimi articoli scenderemo maggiormente nel dettaglio, trattando le tematiche, gli esercizi e il contributo di Selene per abbracciare una potente esperienza di trasformazione personale.

Spero che questo articolo ti sia piaciuto.
Se vuoi condividerlo con i tuoi amici puoi farlo cliccando qui sotto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

NON FERMARTI QUI

CONTINUA A LEGGERE

Life Strategies

Dal 2016 ci occupiamo del benessere delle persone, organizzando eventi per la crescita personale. Tale attività, che è anche un valore della nostra vita, non può essere svolta se mette a rischio la salute di chi amiamo.
Abbiamo deciso pertanto di spostare le date dei nostri seminari nell’ultima parte dell’anno, quando saremo sicuri che condividere l’esperienza della formazione sia in armonia con il nostro e vostro star bene.