Immergersi nel flusso (flow): l’arte di avere più tempo per noi

flusso

Flusso: cosa rende la vita degna di essere vissuta?

In un articolo precedente, che puoi leggere cliccando qui, abbiamo visto l’importanza, nella nostra vita, dell’essere a nostro agio, dello stare bene e del provare piacere.

Il piacere è inevitabilmente legato al flow. Lo stato di flusso è un concetto introdotto dallo psicologo Mihaly Csikszentmihalyi, oggi considerato un grande ricercatore della felicità.

Nelle parole di Csikszentmihalyi, il flusso è “uno stato in cui le persone sono così coinvolte in un’attività che nient’altro sembra avere importanza; l’esperienza è così piacevole che le persone continueranno a farlo anche a caro prezzo, solo per il gusto di farlo.”

Secondo Annamaria Testa, una delle più grandi pubblicitarie italiane, il flow è quella “speciale condizione di attenzione totale e concentrata che è stata teorizzata da Mihaly Csikszentmihalyi, e che è tipica del lavoro creativo. In sostanza, chi si immerge in un’attività che sa fare bene, e specie in un’attività creativa, può, in certi casi, lasciarsi trasportare, fino a dimenticarsi completamente di se stesso. È una sensazione non frequentissima, ma entusiasmante.”

Perché non è frequentatissima? È appannaggio di pochi? Ha a che fare con una specifica attività? È così difficile accedervi?

Cerchiamo di rispondere a queste domande attraverso il prezioso lavoro della psicologa Selene Calloni Williams.

 

Vivere con più attenzione e concentrazione in un mondo ostile

 

Il flusso, spiega Selene, è quella condizione in cui ci troviamo quando siamo assolutamente attenti e siamo presi da qualcosa. Se ci pensiamo, è uno stato ideale, per chiunque aspira e desidera fare qualcosa. Per il pittore che vuole dipingere, per lo scrittore che ha in mente quel romanzo da scrivere e così via. Uno stato ottimale in cui tutta la nostra concentrazione ed attenzione è focalizzata su un hic et nunc.

Gli stessi esperimenti e studi di Csikszentmihalyi evidenziavano come le persone che si trovavano nello stato di flusso potevano proseguire ore e ore, senza sosta, tanto erano immersi nella loro attività.

Pensiamo come sarebbe bello poter accedere a questo stato di coscienza o, addirittura, vivere sempre così, senza distrazioni dal mondo esterno.

È un po’ ciò che accade quando siamo innamorati: ciò che stiamo facendo con il partner o con la partner ci assorbe totalmente e preso da qualcosa. Pensa a vivere tutta la vita così in questo stato di concentrazione di attenzione che anche uno stato di piacere intenso, perché quando siamo così tanto concentrati e così tanto presi, il motivo è uno solo: perché quello che stiamo facendo in quel momento ci appassiona e ne proviamo piacere.

“Se tutti potessero vivere nello stato del flusso e vivere una vita più attenta, più concentrata, il novantanove per cento dei problemi sparirebbe dal mondo. Primo fra tutti, il problema della violenza, così come il problema dell’emergenza ecologica. Risolveremmo tutto, perché essere attenti vuol dire amare. Sei attento quando ami ciò con cui hai a che fare. Sei attento quando sei in una relazione con qualcosa che ami o con qualcuno che ami.”
Selene Calloni Williams

Dalla rivista Psychology Today scopriamo che le persone che si impegnano nello stato di flusso provano “sentimenti di successo, orgoglio e realizzazione”, e che tutto ciò incoraggia più apprendimento e sviluppo.

E c’è un fortissimo legame con il piacere, con una sensazione di benessere emotivo diffuso. “Un’attività svolta nel flusso è considerata divertente o addirittura estatica, anche se la gioia non è in primo piano durante l’attività, perché la persona è troppo impegnata a sentirsi immersa nell’esperienza”.

 

Essere sinceri con noi stessi: la chiave del tempo

In base a quello che abbiamo visto, sembrerebbe davvero che “il tempo voli”.

Vivere nell’esperienza ottimale è pertanto importantissimo perché ci risolve il problema del tempo.

La chiave dell’attenzione e della concentrazione è, secondo Selene, proprio nella passione, nell’essere sempre in relazione con qualcosa che ami o con qualcuno che ami, perché questo ci consente di vivere nell’esperienza del flusso. Per far sì che questo accada, dobbiamo essere innanzitutto sinceri con noi stessi, comprendere chi siamo, quali sono le persone e le cose che vogliamo attorno a noi, cosa ci piace.

Essere sinceri con noi stessi: è così che si conquista e la chiave del tempo.

 

L’OMI – Per scoprire cosa ti piace

Almeno per un minuto, nel corso della tua giornata, in diversi momenti, cerca di percepire cosa ti piace davvero, cosa ti appassiona realmente. Cerca di connetterti con:

  • I sogni, con i desideri e con le visioni che avevi quando eri bambino o bambina.
  • Quello che veramente ti piace e cerca di farlo anche per poco tempo.
  • La tua reale natura. Prova a domandarti: chi sono?

Lo avrai notato: molti dei problemi delle persone derivano dal fatto che queste ambiscono ad essere qualcosa di diverso da ciò che sono. Come mai? Sono convinte che la loro natura sia sbagliata. In effetti, sembra che – fin da quando siamo piccoli – tutta la società e tutto il mondo ce la mettano tutta a farci sentire sbagliati, inadatti, sempre in gara verso una perfezione che non esiste.

Per Selene, quando ci chiediamo, ad esempio, perché non abbiamo un partner o una partner, dicendoci che non c’è niente che vada bene nella nostra vita, magari è perché la nostra natura, in questo momento, ha un grandissimo bisogno di solitudine.

“Magari hai paura, hai paura dei tuoi stessi doni.”

Selene Calloni Williams

È il mondo che cerca di convincerci che le nostre più grandi risorse, le nostre grandi fortune e le nostre tue grandi doti e talenti in realtà sono difetti, qualcosa da cui bisogna fuggire e di cui aver paura.

“E così tu rischi di rinunciare alle tue doti, ai tuoi talenti, alle tue capacità perché il mondo ti convince che sono pericolosi. È un inganno.”

Selene Calloni Williams

Quando finiamo per incorporare le credenze e i valori del mondo, li portiamo avanti in automatico, e così facendo inganniamo noi stessi, continuando – senza che ne siamo del tutto consapevoli – a mantenere repressi i nostri talenti. Praticare questa OMI, ripetendola almeno per qualche giorno, ci aiuta a connetterci con la nostra vera natura e a “conquistare il tempo per noi”

“Vivere nell’esperienza del flusso è essere sinceri.”

Selene Calloni Williams

La via di mezzo: il tempo dell’azione

Guerrieri Immaginali, la via del vortice Wabi Sabi – La via di mezzo: il tempo dell’azione è stato un percorso davvero incredibile con Selene Calloni Williams. Se vuoi percorrerlo, lo trovi nella versione video registrata cliccando qui!

 

Se questo articolo ti è piaciuto,
puoi condividerlo cliccando qui sotto!

Iscriviti per ricevere le notizie da Life Strategies ed un codice sconto del 5%

Iscriviti per ricevere le notizie da Life Strategies

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sui temi di crescita personale trattati da Life Strategies.

Life Strategies è un marchio registrato da ROI GROUP SRL, Galleria del Commercio 6 – Macerata | Capitale sociale 100.000 € i.v. | P.IVA e C.F. 01999300443 | REA MC-180904

IGOR SIBALDI
Sentimenti e Sensazioni

SABATO 13 APRILE 2024

UNAHOTELS Expo Fiera
Via Keplero 12, Pero (MI)

Live

PRIMISSIMA FILA     

214,00€

SOLD OUT

SECONDA FILA         

184,00€

SOLD OUT

INGRESSO STANDARD

134,00€

Posti limitati

online

Diretta streaming  

114,00€

Posti limitati

Metodi di pagamento: puoi iscriverti utilizzando la carta di credito, la carta di debito, PaypalScalapay

Ti possiamo aiutare?

Seleziona quale argomento vuoi approfondire sui corsi di Life Strategies.

Life Strategies

Dal 2016 ci occupiamo del benessere delle persone, organizzando eventi per la crescita personale. Tale attività, che è anche un valore della nostra vita, non può essere svolta se mette a rischio la salute di chi amiamo.
Abbiamo deciso pertanto di spostare le date dei nostri seminari nell’ultima parte dell’anno, quando saremo sicuri che condividere l’esperienza della formazione sia in armonia con il nostro e vostro star bene.