L’energia femminile che cambia il mondo

L'energia femminile che cambia il mondo

Conosco tante donne che desiderano migliorare la propria condizione e si impegnano ogni giorno per conciliare i tempi della vita personale con quelli della vita professionale, senza rinunciare ad essere sé stesse fino in fondo. Sono mogli, madri, colleghe, amiche, sorelle, figlie. Sono piene di talento e disposte a grandi sacrifici per metterlo a frutto, quasi mai consapevoli del loro grande valore, sempre protese ad aiutare gli altri e capaci di occuparsene con amore.

Questo articolo è dedicato a loro, ma anche agli uomini che vogliono comprenderle e imparare a viverle intimamente.

Scriverlo mi dona una pace immensa, perché anche quando lo si voglia leggere con superficialità, questo articolo è privo di qualunque logica femminista.

Penso che le donne abbiano l’innata capacità di approfondire questioni complesse. Lo fanno da quando sta in piedi il mondo e continueranno a farlo perché, anche quando non lo vorrebbero, sono più disposte a mettersi in gioco e a ricercare in sé stesse autostima e consapevolezza.

Ne ho conosciute tante in questi anni, ai seminari di Life Strategies. Anime dolci e gentili, dotate di straordinaria forza.

Sara Pagnanelli a un seminario Life Strategies

È a loro che devo parte di questo progetto: la formazione professionale è una necessità, ma la crescita personale è una scelta di vita. Le donne sono più disposte a compierla, vivendone con coraggio le molteplici implicazioni.

Louise L. Hay, scrittrice statunitense e autrice del bestseller mondiale “Puoi guarire la tua vita”, considerato uno dei testi fondamentali del pensiero positivo, ha scritto che “rafforzare il potere delle donne è la cosa migliore che possiamo fare per il pianeta. Quando le donne vengono represse, tutti perdono. Quando le donne vincono, tutti noi vinciamo”. Lei, con un’infanzia segnata da un patrigno aggressivo e una violenza sessuale subita da un vicino di casa quando aveva solo cinque anni, ha saputo reagire ai tanti dolori della vita, trasformandoli in amore da dare agli altri.

“Il potere del pensiero femminile” è un mix di intuizione, amore, intimità, connessione, significato. Un’energia intensa e sublime, che bisogna imparare ad accrescere dall’interno, per farne il perno di un cambiamento che è anche miglioramento della propria vita.

Mentre scrivo penso alle tante donne che hanno fatto la storia del mondo. Penso a quelle che hanno lottato per affermare sé stesse in contesti ed epoche ostili. Penso alle tante che ancora vivono i condizionamenti della società e li combattono. Penso alla gioia delle donne al volante, per la prima volta, in Arabia Saudita, ma anche a quelle che stringono i denti, aspettando nuove libertà.

Penso all’ultima estate della principessa Diana, in fuga da un’umanità guardona e crudele. Quante delle conquiste dei giovani Windsor sono figlie delle sofferenze della donna che più di ogni altra ha sfidato la monarchia britannica? Siamo certi che se Diana non avesse rinunciato ai privilegi della vita reale per ricercare l’amore vero, i suoi figli avrebbero potuto sposare due donne borghesi, una delle quali afro-americana e perfino divorziata?

Diana Spencer tra le donne ispiratrici di Life Strategies
Diana Spencer e i suoi figli

Tra delusioni e speranze, le donne hanno sempre accettato la sfida di migliorare la propria condizione. Lo hanno fatto faticando il doppio degli uomini, senza mai abbandonare la voglia di essere madri e mogli.

Io queste donne le stimo follemente. Sono fonti di ispirazione continua e sono capaci di prendere in mano la loro vita, nonostante i condizionamenti, anche inconsci, che subiscono ogni giorno.

donne_life strategies
Partecipanti in un seminario di Life Strategies

Rispetto alla generazione precedente, le donne oggi hanno sicuramente accesso con maggiore facilità agli studi universitari, hanno migliori opportunità di lavoro, possono decidere chi sposare e chi amare, ma quanto si sentono libere di seguire davvero la voce della loro anima?

Spesso il frastuono di certi sibili interiori è oppressivo. Assorda con il suo “fai questo!”, “fai quello!” e impedisce di realizzare quanto si vorrebbe.

Ma come si fa a renderlo innocuo?

L’unica strada percorribile sembra essere quella della comprensione di sé, della conoscenza del mondo, della cultura che lo rende bello, della crescita personale che sussume ogni cosa.

La cultura di cui parlo ha il potere di aprire gli occhi e permette alla mente di pensare, di sviluppare idee autonome e scevre da qualunque pregiudizio sociale. La crescita personale che invoco è una conseguenza e si compie quando accettiamo di considerare che c’è sempre un punto di vista nuovo e più interessante.

Le donne questo lo sanno bene. Per questo molte di loro hanno smesso di vivere rassegnate una condizione di sudditanza e si sono ribellate allo status quo.

Partecipanti in un seminario di Life Strategies

Esiste tuttavia un divario ancora troppo grande tra il talento di cui dispongono e la capacità di metterlo a frutto, tra il potenziale che possiedono e la capacità di sfruttarlo. Il più delle volte neppure un’ampia cultura consente loro di essere pienamente soddisfatte nel lavoro, nelle relazioni, nel rapporto con i figli. Al di là di quale sia la loro condizione economica o psicologica, non riescono ad usare propriamente il potere interiore di cui sono dotate. Ciò perché un conto è conoscere i meccanismi che regolano certi processi, un conto è saperli applicare con regolarità, facendone uno stile di comportamento e di vita.

Servono gli attivatori del “sapere”, che oltre a generare azione, laddove regnava sovrana l’inattività, sappiano valorizzare i punti deboli e trasformarli in punti di forza, spingendo a realizzare progetti e sogni ad ogni età e in ogni luogo.

L’archetipo del femminile che si esprime solo nella cura della casa e dei figli è obsoleto.

Come pure è cambiato il ruolo dei padri, che sempre più vogliono essere presenti nella vita dei figli e non lo possono fare come vorrebbero perché la legge impone alla madre il ruolo dell’accudimento perenne. I tempi sono cambiati e maturi perché maschile e femminile convivano armoniosamente, contribuendo insieme a realizzare quell’impalcatura morale di cui tanto hanno bisogno le prossime generazioni.

La condivisione con altre donne è fonte di un potere immenso. Perché se c’è una cosa che mi piace pensare è che accanto alla sempre più citata fratellanza universale possa esistere una sorellanza di intenti e valori, che unisca le donne e le renda non solo amiche, ma complici e sostenitrici le une delle altre, nel lavoro e nella vita civile.

A questo punto mi commuovo sempre.

Chi mi conosce sa che tendo a considerare possibile l’impossibile e che non mi arrendo finché non lo ottengo.

Condividere Life Strategies con te, moglie, madre, collega, amica, sorella, figlia che hai letto questo articolo è… e sarà sempre… l’emozione più grande della mia vita.

Sara Pagnanelli
Sara Pagnanelli, Fondatrice e Vice Presidente Life Strategies

Se questo articolo ti è piaciuto,
puoi condividerlo cliccando qui sotto!

Iscriviti per ricevere le notizie da Life Strategies ed un codice sconto del 5%

Iscriviti per ricevere le notizie da Life Strategies

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre informato sui temi di crescita personale trattati da Life Strategies.

Life Strategies è un marchio registrato da ROI GROUP SRL, Galleria del Commercio 6 – Macerata | Capitale sociale 100.000 € i.v. | P.IVA e C.F. 01999300443 | REA MC-180904

IGOR SIBALDI
Sentimenti e Sensazioni

SABATO 13 APRILE 2024

UNAHOTELS Expo Fiera
Via Keplero 12, Pero (MI)

Live

PRIMISSIMA FILA     

214,00€

SOLD OUT

SECONDA FILA         

184,00€

SOLD OUT

INGRESSO STANDARD

134,00€

Posti limitati

online

Diretta streaming  

114,00€

Posti limitati

Metodi di pagamento: puoi iscriverti utilizzando la carta di credito, la carta di debito, PaypalScalapay

Ti possiamo aiutare?

Seleziona quale argomento vuoi approfondire sui corsi di Life Strategies.

Life Strategies

Dal 2016 ci occupiamo del benessere delle persone, organizzando eventi per la crescita personale. Tale attività, che è anche un valore della nostra vita, non può essere svolta se mette a rischio la salute di chi amiamo.
Abbiamo deciso pertanto di spostare le date dei nostri seminari nell’ultima parte dell’anno, quando saremo sicuri che condividere l’esperienza della formazione sia in armonia con il nostro e vostro star bene.