Life Strategies

Le quattro “R” che possono far finire un amore

Perché un amore finisce?
Rabbia. Rimorso. Rancore. Rimpianto.

Per Igor Sibaldi, filologo ed esperto di psicologia del profondo, Rabbia, Rimorso, Rancore, Rimpianto sono tra i sentimenti più negativi per una storia d’amore, perché rappresentano “noi contro noi stessi”, “noi che ci consumiamo”.

Rabbia

La rabbia “consiste nella profonda irritazione che proviene dalla sensazione di non piacere abbastanza alla persona amata”. Ognuno di noi ha ben presente queste domande: «Perché è in ritardo?» «Perché non mi chiama?» «Perché non mi sta ascoltando con attenzione?». Sono interrogativi dolorosi, pronunciati nella nostra mente cosciente, ma che non ricercano risposte sensate, quasi fossero la manifestazione di un “volere non sapere”. Ecco perché, secondo Sibaldi, la “rabbia d’amore” ha un profondo legame con il senso di impotenza. La rabbia, in questo senso, diventa l’esasperazione di questo senso di impotenza.

Rimpianto

Il rimpianto, per sua natura, è legato al concetto di passato ed è un grande freno dei desideri. È un sentimento pericoloso, ancor più della sensazione di aver sbagliato. Il filologo, infatti, sottolinea l’importanza di accorgersi di aver sbagliato, anche nell’esprimere un desiderio. Sentire di aver sbagliato è fondamentale, perché ci apre la possibilità di concludere un percorso, di abbandonare la strada intrapresa “per sbaglio” e di iniziarne una nuova. La stessa scontentezza non è sempre negativa. “Contento”, dal latino contentus, participio passato di continere, significa infatti “contenere”. Se siamo scontenti, ci dice Sibaldi, possiamo iniziare a desiderare qualcosa per noi. Non dovremmo arrivare ad avere rimpianti fine a se stessi portandoceli dietro dal passato.

Rancore

E il rancore? Già in un precedente articolo abbiamo visto come il rancore rappresenti uno dei principali elementi che ci impediscono di affidarci all’immaginazione e di riuscire a desiderare davvero. Il rancore corrisponde alla rabbia di cui non ci siamo liberati.  Ha la stessa radice di “rancido”, “essere acido, guasto”: quando la rabbia viene trattenuta inizia a produrre un sentimento “marcio” nel nostro interno. Il rancore, per Sibaldi, va disattivato.

Rimorso

Il rimorso, a differenza del rancore che va rimosso, può essere trasformato in energia creativa e diventare un favoloso carburante. Il rimorso da solo è dannoso, ma può servire da spinta e trasformarsi in qualcosa di bellissimo. È molto importante distinguerlo dal senso di colpa. Nonostante, infatti, vi sia la tendenza a confondere i termini “senso di colpa” e “rimorso”, questi sono in realtà due concetti molto diversi tra loro. Il senso di colpa rappresenta uno stato d’animo che la società ci inietta fin da piccoli e che serve a non farci chiedere troppo spesso «Perché?» È difficilissimo da smantellare e inquadrare, perché lo abbiamo accettato culturalmente e interiormente: con il senso di colpa ci sentiamo inadatti e inferiori, senza nessun motivo concreto, senza aver commesso qualcosa di sbagliato. Al contrario, il rimorso riguarda il fare, riguarda qualcosa che abbiamo o non abbiamo fatto, è il dispiacere per qualcosa che abbiamo (o non abbiamo) commesso.

Paura d’amare

Molti credono che trovare l’amore sia mera questione di fortuna o di destino. La verità è che spesso molte persone hanno paura d’amare. La paura è un altro sentimento davvero potente e che può intrufolarsi in ogni aspetto della nostra vita, compresa la vita di coppia. E il più delle volte è quel sentimento che frena la nascita di un amore, che interviene ancor prima di intraprendere una relazione e impedisce l’innamoramento. Quante persone conosci che desiderano trovare il grande amore ma non ci riescono? Si tratta di un fenomeno ampio, perché spazia dalla tenue paura di provare sensazioni piacevoli, al terrore di lasciarsi andare e di perdere la testa. Per Igor non ci sono dubbi: iniziare una storia richiede coraggio, perché l’amore implica una profonda conoscenza di sé, una grande libertà interiore. Quando amiamo una persona, possiamo venire a conoscenza di alcune parti di noi, aspetti del nostro carattere, che nemmeno sapevamo di avere.

“Che l’amore sia uno strumento di conoscenza di se stessi
è noto da molto tempo”

Igor Sibaldi

Igor Sibaldi, i cui studi sono sempre in continuo aggiornamento, terrà diversi seminari con noi, live e in streaming. Se sei interessato a saperne di più e a conoscere le modalità di partecipazione scrivici a: seminari.sibaldi@lifestrategies.it

Spero che questo articolo ti sia piaciuto.
Se vuoi condividerlo con i tuoi amici puoi farlo cliccando qui sotto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

NON FERMARTI QUI

CONTINUA A LEGGERE

Life Strategies

Dal 2016 ci occupiamo del benessere delle persone, organizzando eventi per la crescita personale. Tale attività, che è anche un valore della nostra vita, non può essere svolta se mette a rischio la salute di chi amiamo.
Abbiamo deciso pertanto di spostare le date dei nostri seminari nell’ultima parte dell’anno, quando saremo sicuri che condividere l’esperienza della formazione sia in armonia con il nostro e vostro star bene.