Life Strategies

Mattino

Ecco un metodo che può cambiarti la vita, un mattino alla volta

“Le cose non cambiano, siamo noi a cambiare”.

Questa frase l’ha scritta tanto tempo fa il filosofo statunitense Henry David Thoreau, ma vale ancora oggi e varrà sempre, perché non c’è nulla che possa davvero cambiare se prima non cambiamo noi stessi.

Da qualche tempo cerco di attuare il programma che Hal Elrod ha descritto nel libro The Miracle Morning e mi alzo dal letto all’alba, per cominciare con gioia la mia giornata e mettere in atto il miracolo dell’esistenza fin dalle prime ore del mattino.

Ti dico subito, perché non ci siano fraintendimenti, che sono sempre stata una dormigliona, tanto che, scherzando, mia madre ha più volte definito i ritmi del mio sonno da adulta per niente diversi da quelli di quando ero neonata. Svegliarmi per veder sorgere il sole l’ho sempre considerato un vagheggiamento poetico, qualcosa che non avrei mai potuto fare e che consideravo stancante al solo pensiero. Il mio “miracle morning” tuttavia è, malgrado i “non so” e i “nonostante”, avvenuto, regalandomi un’energia pazzesca.

Andiamo per gradi comunque. Ti voglio raccontare come è andata.

Quando frequentavo il liceo alzarmi alle 6 per andare a scuola era un trauma ogni mattina. Non era solo aprire occhi pieni di sonno, ma entrare in contatto con la luce e le temperature siderali del giorno a farmi rimpiangere il caldo e affettuoso abbraccio delle coperte durante la notte. Ogni volta pensavo: ”quando sarò grande sceglierò di fare un lavoro che non mi farà mai svegliare prima delle 8 del mattino” e così è stato.

Ho scelto di fare la giornalista, una professione bellissima che ho svolto sul campo, con passione, per quindici lunghi anni. Chi ha lavorato in una redazione sa che la giornata di un giornalista inizia, di solito, non prima delle 10 del mattino e termina dopo la mezzanotte. Nel settore televisivo, nel quale ho operato, i ritmi sono scanditi dalle edizioni dei telegiornali o dai programmi di intrattenimento. Ma a parte la lettura dei principali quotidiani, che avviene solitamente appena svegli, il resto accade dopo. Le notizie si sostanziano di vita vera e per questo accadono durante le ore in cui siamo impegnati a fare altro. Le conferenze stampa non sono mai convocate prima delle 12, i fatti politici accadono durante tutto il giorno. Solo la cronaca non ha orario, ma quella, per fortuna, è affidata a colleghi esperti e specializzati, che quando prendono in gestione un fatto lo attraversano fino alla fine, impegnandosi per 24 ore senza sosta.

Si tratta senza dubbio di uno dei lavori più duri, le cui soddisfazioni sono pari ai tantissimi sacrifici che si compiono per essere sul pezzo sempre, anche quando sei stanco e vorresti fare altro. È un tipo di attività che ti fa usare corpo e mente ogni minuto del giorno e che può darti moltissimo se sai abbandonarti totalmente ai suoi richiami. Me ne sono innamorata subito e…ancora oggi, a distanza di anni, la sento dentro di me come il primo amore, quello che non si scorda mai!

Quindici anni sono passati tuttavia velocemente, preparandomi ad un altro destino. Quanto fatto, questo l’ho capito dopo, era propedeutico a ciò che sarei diventata successivamente.

Steve Jobs ci ha ricordato che non è possibile unire i puntini guardando avanti, ma che possiamo unirli solo guardando all’indietro, avendo fiducia che, in qualche modo, nel futuro, quei puntini si potranno unire. L’intero progetto Life Strategies sta unendo i miei, senza alcun dubbio. Parlano del cammino che ho fatto, del valore di certe scelte, della coerenza di un progetto formativo iniziato quando ero al liceo.

Tornando al miracolo del mattino, ti dico subito che i primi giorni è stato difficilissimo. Successivamente però, quando è diventata una prassi, è stato un infuso di energia, una carica immensa, una sensazione di pienezza che cancellava ansie e stanchezza, rendendomi fiduciosa e volitiva come non ero mai stata.

Le prime ore del mattino hanno lo smisurato potere di farti vivere con chiarezza ogni istante. Quando la mente è lucida, il programma della giornata si dipana lieve tra le fatiche del quotidiano e ti restituisce al potere della vita. Senti nascere in te la forza di fare qualunque cosa e, quando la sera torni a casa, vai a dormire con una pace incredibile nel cuore.

Dovremmo tutti imparare a mettere ordine nella nostra mente prima di dare inizio a qualunque attività. Farlo significa non disperdere tempo ed energie a fare cose poco importanti e soprattutto avere una rotta da seguire durante il giorno.

“Dobbiamo ripulire la mente prima che la porta della via del guerriero possa aprirsi”, dice Socrate al giovane Dan nel libro La Via del Guerriero di Pace, e ho ragione di credere che farlo al mattino, un po’ alla volta, aiuti molto a fare chiarezza dentro di noi sul percorso da seguire.

È, più banalmente, il motivo per cui il detto “il mattino ha l’oro in bocca” è in uso in tanti Paesi e si è tramandato a noi in tante lingue. Molte culture dell’estremo oriente confermano che al levar del sole l’atmosfera è più ricca di energie; i latini dicevano “aurora aurum in ore habet”.

Il mattino ha l’oro in bocca: i benefici più comuni

Secondo Hal Elrod i benefici più comuni che si possono sperimentare spostando le lancette della sveglia sono evidenti e coinvolgono ogni campo della nostra vita.

Ti riporto qui di seguito alcuni di essi:

  • Svegliarsi ogni giorno con più energia, potendo contare su una routine e una strategia strutturate, capaci di massimizzare il potenziale insito in ognuno
  • Essere meno stressati
  • Disporre della lucidità necessaria a superare velocemente ogni ostacolo, avversità o pensiero limitante
  • Migliorare il nostro livello di salute complessivo, perdere peso, in alcuni casi, e raggiungere un’ottima forma fisica
  • Aumentare la produttività e la capacità di mantenere la concentrazione sulle varie priorità
  • Sviluppare un prodigioso senso di gratitudine e abbattere, conseguentemente, le preoccupazioni
  • Aumentare la capacità di generare guadagni e attrarre un maggior benessere finanziario
  • Scoprire lo scopo della nostra vita e vivere in armonia con esso
  • Infine, smettere di accontentarsi e iniziare a vivere la vita che avremmo davvero voluto avere.

Hal Elrod - Life ForumDopo aver incontrato Hal Elrod in libreria, pensai che non fosse possibile. Iniziai a leggerlo spavaldamente, cercando in ogni riga il motivo per cui fosse impossibile credere che il suo metodo potesse determinare un cambiamento tanto potente nella mia e altrui vita.

Leggere, tuttavia, mi fece capire da subito, che basta una sola idea o una piccola nuova azione, per cambiare un’esistenza e, credimi, avvertii la prepotente voglia di provare.

In seguito, nel pensare a mettere insieme, su un unico palco, personaggi che, in qualche modo avevano contribuito o stavano contribuendo a cambiare la mia vita, sentii nel cuore la voglia di includere Hal nel progetto del Life Forum, l’evento di Life Strategies che si è tenuto nel 2018. Una volta contattato, fui sorpresa nel constatare che accettò immediatamente di essere dei nostri.

Considerai il suo assenso un’occasione unica di verificare in profondità il metodo che stava spopolando nel mondo e accompagnarlo a quello di altri grandi maestri.

Fu come ritrovare le motivazioni profonde che mi spinsero a ricercare nel giornalismo non solo un lavoro, ma le ragioni della mia esistenza, ed essere, come in quei lunghi e bellissimi quindici anni di professione, al servizio di un bene universale che, almeno per me, consiste nel fornire a ciascuno gli strumenti necessari a vivere una vita consapevole e piena del suo vero significato.

Così, come da giornalista pensavo di prestare i miei cinque sensi al mondo perché potesse vedere, udire, ascoltare, annusare e toccare i fatti che io stessa stavo vivendo in prima linea, ho sentito nascere in me l’urgenza di condividere con una moltitudine di persone quanto stava accadendo nella mia esistenza, facendola essere sempre più appagata e felice.

Nel prossimo articolo ti racconterò alcune cose che mi hanno fatto ottenere forza e benessere giorno dopo giorno.

Condividi con me l’emozione di essere parte di questo grande progetto di crescita personale che è Life Strategies. Quando la vita mette due persone davanti allo stesso istante, il potere che ne deriva è pari a quello dell’intero universo e tutto si predispone perché tu possa avere ciò che desideri, allargando gli orizzonti della vita.

 

Sara Pagnanelli
Fondatrice e Vice Presidente Life Strategies

Sara Pagnanelli

 

 

Spero che questo articolo ti sia piaciuto.
Se vuoi condividerlo con i tuoi amici puoi farlo cliccando qui sotto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

NON FERMARTI QUI

CONTINUA A LEGGERE

La mamma è sempre la mamma

La mamma è sempre la mamma?

Non siamo al mondo per metterci al servizio della vita di nessun altro
“La mamma è sempre la mamma”: molto spesso sentiamo dire questa frase, soprattutto per sottolineare l’importanza e l’unicità che la figura materna ha nelle nostre vite.

LEGGI L'ARTICOLO

Perché siamo meno felici?

Diversi studi e sondaggi hanno portato alla luce una verità molto interessante: in Occidente siamo, in media, meno felici rispetto a vent’anni fa.
Inoltre, le patologie legate all’ansia e alla depressione sembrano essere più diffuse nelle Nazioni ricche rispetto a quelle più povere.

LEGGI L'ARTICOLO
Life Strategies

Dal 2016 ci occupiamo del benessere delle persone, organizzando eventi per la crescita personale. Tale attività, che è anche un valore della nostra vita, non può essere svolta se mette a rischio la salute di chi amiamo.
Abbiamo deciso pertanto di spostare le date dei nostri seminari nell’ultima parte dell’anno, quando saremo sicuri che condividere l’esperienza della formazione sia in armonia con il nostro e vostro star bene.