Life Strategies

sensi di colpa

Liberati dai sensi di colpa e accogli la tua nuova vita!

Tra i pensieri di questi giorni ne ho fermato uno che credo possa interessarti. Riguarda il senso di colpa e tutti quei sentimenti ad esso connessi. Ascoltando, osservando e vivendo, talvolta, le storie di chi, per un motivo o per un altro, chiede un suggerimento o un supporto, spunta sempre fuori che, a monte di una scelta, di uno stile di vita, di una esperienza rimandata, c’è stato o c’è un disagio profondo, capace di farci sentire “colpevoli” di aver trasgredito regole morali che ci appartengono nostro malgrado. Il motivo per cui ve ne parlo è che il più delle volte questo “senso di colpa” paralizza la nostra esistenza, rallentando, se non addirittura bloccando irrimediabilmente, il nostro processo di evoluzione.

liberati dai sensi di colpa, Life Forum, Life Strategies

Uno studio di qualche anno fa ha evidenziato come la somma dei momenti in cui, nell’arco di una settimana, avvertiamo un senso di colpa, anche lieve, verso qualcosa o qualcuno, corrisponda a circa 5 ore. Significa che, in un modo o nell’altro, per tutto questo tempo, le nostre azioni sono in balìa delle emozioni da esso generate. In poche parole, non siamo liberi di scegliere cosa vogliamo fare ma soggiogati da una serie di condizionamenti limitanti che rischiano di deviare il corso naturale della nostra vita.

Purtroppo i sensi di colpa ci impediscono di essere felici. Non solo ci rendono refrattari a qualunque possibile godimento, ma abbassano di molto la soglia di attenzione, facendoci diventare difficoltosa qualunque attività, anche in ambito lavorativo.  Ma come si fa a riconoscerli fra i tanti sentimenti che pure proviamo ogni giorno?

È semplice.Quando ci sentiamo “colpevoli” di qualcosa avvertiamo pulsioni negative e distruttive verso noi stessi.Il prendere coscienza delle sofferenze che abbiamo provocato o provocheremmo a qualcuno con le nostre scelte, ci consuma interiormente a tal punto da sacrificare ogni anelito alla vita e al cambiamento.

Li coltiviamo fin da piccoli, portando avanti, in taluni casi, perfino quelli dei nostri progenitori. I sensi di colpa sono, purtroppo, “contagiosi” e condizionano l’esistenza di ognuno, a prescindere dall’età e dallo status di appartenenza.

Il senso di colpa che più detesto tuttavia, quello che, per intenderci, dal punto di vista dell’entità, riesce perfino ad offuscare tutti gli altri, lo sviluppiamo quando siamo felici. Incredibile vero? Mi spiego meglio.

Quando otteniamo un risultato importante e positivo per la nostra vita, tendiamo ad averne paura. Ci sentiamo a disagio, quasi fosse un insulto a chi soffre o una condizione che non meritiamo. Finiamo così per auto-sabotarci, trasformando la meritata felicità nella consueta, familiare e purtroppo nota infelicità.

Hal Elrod - Life Forum
Hal Elrod

Hal Elrod, che oltre ad essere un famoso relatore motivazionale, è uno dei migliori life coach al mondo, sostiene che per uscire dalla trappola dei sensi di colpa occorre innanzitutto “accettare la piena responsabilità di ogni aspetto della propria vita”. È infatti importante guardarsi dentro, capirsi nel profondo e rifiutarsi di dare la colpa a qualcun altro.

Quest’ultimo punto è a dir poco essenziale, perché, dice Elrod, “il grado con cui accettiamo la responsabilità di tutto ciò che è la nostra vita, corrisponde esattamente al grado di potere personale su cui possiamo contare per cambiare o creare” quanto vogliamo. Il punto focale da tenere a mente è che “la responsabilità non è la stessa cosa della colpa. Mentre la colpa infatti determina chi sbaglia nel fare qualcosa, la responsabilità definisce chi si impegna a migliorare le cose”, chi non accetta lo status quo ed è pronto a cambiare tutto.

Quando il senso di colpa ci avvolge, dovremmo dunque lavorare su noi stessi, per mantenere la lucidità necessaria a considerarlo quello che è: un sentimento, un momento della nostra vita interiore che dobbiamo imparare a gestire, perché non ci risucchi nella morsa del “non fatto” o “non detto”.

Per addomesticare i sensi di colpa e piegarli al nostro volere occorre procedere a piccoli ma decisi passi. Tanto per iniziare devi:

ACCOGLIERLI DENTRO DI TE!

In pratica devi concentrarti, riconoscerli e visualizzarli. Quando sarai di fronte a ciò che ti impedisce di andare avanti e lo vedrai contenuto in un perimetro ben definito, ridimensionerai il tutto alla luce di un aspetto: tu sei più forte e saprai pendere le tue decisioni senza fare del male a nessuno! Ripetendolo a te stesso per tante e tante volte ti sentirai pervaso da una nuova forza.

GODI DELL’EMOZIONE DI SCOPRIRE CHE SEI IN GRADO DI GESTIRLI!

Chiudi gli occhi e nel silenzio del tuo cuore ascolta il battito che quest’ultimo genera quando si emoziona. Stringi i pugni e fai defluire la forza che non pensavi di avere, ma che invece è lì, pronta a sostenerti nella battaglia contro i tuoi fantasmi. Infine…

AGISCI!

Prendi la decisione che rimandavi da tanto! Non importa dove ti porterà, l’importante è che ti faccia uscire dallo stallo in cui ti trovi. Quando l’avrai presa e avrai agito per attuarla, ti sentirai più leggero e comprenderai il senso di ogni scelta futura. Ricorda…

“Non è davvero importante chi è colpevole di qualcosa, l’importante è che ci impegniamo a lasciare il passato nel passato e a rendere le nostre vite esattamente come vogliamo che siano a partire da oggi.”

Questa frase, tratta dal libro The miracle morning, riassume il sentimento con cui Hal Elrod ha fondato il metodo che ha cambiato la vita di milioni di persone in tutto il mondo. Leggerla mi ha emozionata al punto da spingere ogni mia azione verso l’edificazione di un nuovo progetto di crescita personale, pratico e semplice da attuare.

Hal Elrod è stato a Milano, nel 2018, ospite del Life Forum di Life Strategies, il più importante evento dedicato alla crescita personale mai realizzato in Italia.

Guarda le cose come vorresti che fossero invece di come sono, ti scoprirai capace di generare risultati positivi per la tua vita e vorrai condividerli con altri, come è capitato a me.

“Dove sei ora è il risultato di dove sei stato, ma dove andrai dipende interamente da chi scegli di essere”.
                                                                                   Hal Elrod

Sara Pagnanelli
Fondatrice di Life Strategies

Sara Pagnanelli, Fondatrice e Vice Presidente Life Strategies

 

 

 

 

Spero che questo articolo ti sia piaciuto.
Se vuoi condividerlo con i tuoi amici puoi farlo cliccando qui sotto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

NON FERMARTI QUI

CONTINUA A LEGGERE

La mamma è sempre la mamma

La mamma è sempre la mamma?

Non siamo al mondo per metterci al servizio della vita di nessun altro
“La mamma è sempre la mamma”: molto spesso sentiamo dire questa frase, soprattutto per sottolineare l’importanza e l’unicità che la figura materna ha nelle nostre vite.

LEGGI L'ARTICOLO

Perché siamo meno felici?

Diversi studi e sondaggi hanno portato alla luce una verità molto interessante: in Occidente siamo, in media, meno felici rispetto a vent’anni fa.
Inoltre, le patologie legate all’ansia e alla depressione sembrano essere più diffuse nelle Nazioni ricche rispetto a quelle più povere.

LEGGI L'ARTICOLO
Life Strategies

Dal 2016 ci occupiamo del benessere delle persone, organizzando eventi per la crescita personale. Tale attività, che è anche un valore della nostra vita, non può essere svolta se mette a rischio la salute di chi amiamo.
Abbiamo deciso pertanto di spostare le date dei nostri seminari nell’ultima parte dell’anno, quando saremo sicuri che condividere l’esperienza della formazione sia in armonia con il nostro e vostro star bene.