Life Strategies

bosco

Passeggiare nel bosco, un dono per noi stessi

Tutto va veloce, ma lui, il bosco, sembra non accorgersene.

C’è tra le fronde dei suoi alberi l’immensità di una pace che attraversa ogni cosa, anche i cuori più induriti dalla vita. Tutto può crollare, ma lui è lì, sacro e maestoso, a ricordare quali sono le priorità, a mostrare di quale energia positiva è ancora capace il mondo, ad accrescere di significato ogni nostro passo. Il bosco ha un’anima gentile, ha un posto per tutti i suoi abitanti. Gli alberi che lo compongono hanno radici solide, ma sanno anche guardare al cielo.

Foto scattata ad Uggiate Trevano, in provincia di Como

Per star bene e sconfiggere lo stress della quotidianità, dovremmo imparare a camminare lungo i suoi sentieri, anche i più impervi. Nel silenzio potremmo ritrovare noi stessi, confinando in un angolo le ragioni di ogni dolore.
Dicono che dobbiamo stare al passo coi tempi, perché rimanere indietro, al giorno d’oggi, può costare caro.

Ma chi stabilisce quali sono i tempi della nostra vita? Chi ha il potere di stabilire cosa è giusto per noi? E cosa è un costo e cosa un investimento per la nostra esistenza?

Mettere da parte le certezze, fare silenzio, cercare il vuoto della mente è l’unica via per rinnovare l’energia vitale che lo stress ci ruba nel quotidiano. Per questo dovremmo trovare il modo, oltre che il tempo, per riconnetterci alla natura, camminando, quando possibile, nella selva oscura di un bosco magico come quello che vedete nelle foto scattate ad Uggiate Trevano, in provincia di Como.

Mentre cammini, immagazzina quanta più aria possibile, immagina di guardare la tua vita con la stessa prodigiosa leggerezza.
Nel bosco le soluzioni che cerchi arrivano sempre.
Perché i poteri dell’attesa che la natura infonde insegnano a lasciar andare le cose, evitando di sottoporre tutto all’estenuante mania del controllo che amplifica lo stress in modo esponenziale e nocivo per la nostra salute.

Fiori gialli
Foto scattata ad Uggiate Trevano, in provincia di Como

Recuperare il piacere dell’attesa è essenziale per riaprire la porta allo stupore e affacciarsi al davanzale della felicità.

Smettere di resistere e farsi inondare dall’energia pura della vita è la miglior cura per il nostro corpo, oltre che un balsamo per la nostra mente. Forse per questo lo scrittore Mario Rigoni Stern diceva che “la miglior preghiera è stare in silenzio in un bosco”. E la preghiera, si sa, è la meditazione più potente che ci sia, un accesso così veloce all’essenza di tutte le cose da farci sentire che Dio è dentro di noi.

Don Jose Ruiz, figlio del più noto Miguel, sarà con noi a Milano, per una giornata speciale di seminario sul recupero dell’innata saggezza.

La passeggiata nel bosco non è parte di quel seminario, ma un modo per prepararsi a viverlo. Attraverso il recupero dell’anima si possono addestrare i sogni che abbiamo nel cuore a divenire splendide realtà. Per questo vi invitiamo a viverlo con noi.

 

Spero che questo articolo ti sia piaciuto.
Se vuoi condividerlo con i tuoi amici puoi farlo cliccando qui sotto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

NON FERMARTI QUI

CONTINUA A LEGGERE

Life Strategies

Dal 2016 ci occupiamo del benessere delle persone, organizzando eventi per la crescita personale. Tale attività, che è anche un valore della nostra vita, non può essere svolta se mette a rischio la salute di chi amiamo.
Abbiamo deciso pertanto di spostare le date dei nostri seminari nell’ultima parte dell’anno, quando saremo sicuri che condividere l’esperienza della formazione sia in armonia con il nostro e vostro star bene.