PAURA D’AMARE: VINCILA CON LA CONOSCENZA

La paura d’amare è il grande demone del nostro tempo.

Quanta gente conosci che vorrebbe trovare l’amore ma non ci riesce?
Molti credono che sia tutta questione di fortuna, un puro caso, oppure merito del destino. Tuttavia, la verità è che l’amore non si fa trovare da chi non sa accoglierlo.

Tante persone dicono di voler trovare l’amore e poi scappano quando gli incontri si fanno più frequenti e le emozioni più intense. Tutti vogliono innamorarsi, ma pochi lasciano che l’amore entri nelle loro vite.
Perché accade questo?

Il celebre scrittore Igor Sibaldi lo spiega bene nel suo libro Eros e Amore quando afferma che “abbiamo paura di amare perché abbiamo paura di conoscere noi stessi”.

Il concetto di Eros come fonte di sapienza ha origini antichissime: deriva da Platone ed è stato poi sviluppato da Plotino. Riprendendo questo pensiero, Sibaldi definisce l’amore il più grande strumento a nostra disposizione per conoscere chi siamo davvero e aggiunge che non possiamo amare se non siamo curiosi di conoscere ciò che è nascosto dentro di noi.

Un viaggio tanto profondo in se stessi, tuttavia, richiede coraggio e libertà interiore: solo così è possibile raggiungere le parti più avventurose del proprio essere e abbandonarsi ad esse, anche a rischio di perdere il confortante senso di normalità a cui tutti si aggrappano.

L’amore può renderci “geniali” se vinciamo la paura di scoprire chi potremmo diventare, cosa saremmo capaci di fare e dove potrebbe portarci la nostra piena realizzazione. Eppure, la maggior parte della gente ha così tanta paura dell’amore e del cambiamento che preferisce non correre il rischio.

amore

Per Sibaldi la diffusa paura d’amare nasce dal non sentirsi degni della libertà, della felicità e della soddisfazione dei propri desideri. Anche Robert Dilts, esperto mondiale di Programmazione Neurolinguistica, parla del non sentirsi degni, definendo questa condizione una convinzione autolimitante che impedisce lo sviluppo personale. Di conseguenza, la paura d’amare si può definire una convinzione autolimitante perché non permette all’amore di espandersi dentro di noi e di liberarci da un modo di vivere insoddisfacente.

Chi ha paura d’amare non vuole far luce nella parte più oscura di sé perché teme le conseguenze distruttive e spaventose dell’autoconoscenza. I bambini, dice Sibaldi, sono i soli ad essere liberi dalla paura d’amare, poichè sono mossi da un’infinita curiosità e da un insaziabile desiderio di conoscenza che permettono loro di vivere a pieno ogni momento. È la civiltà con le sue sovrastrutture che trasmette la paura di pensare, di conoscere e di conoscersi, rendendo ciascuno schiavo delle proprie convinzioni autolimitanti.

Il vero antidoto alla paura d’amare sta quindi nello sprigionare l’innata sete di sapienza che è in noi: solo aprendoci a tale scoperta potremo essere capaci d’amare davvero.

Sei tra le persone che stanno ancora aspettando il vero amore? Pensi che alcune ferite del tuo cuore possano oggi privarti della giusta fiducia in questo sentimento e nel futuro? Partecipa al tour “Le Scoperte dell’Eros” che Igor Sibaldi realizza in esclusiva per Life Strategies: potrai capire come liberare l’Eros e come lasciare che la sua forza possa condurti alla realizzazione personale. Contattaci subito per conoscere nel dettaglio il programma del tour.

main_immg_scopertedelleros2016

Commenti